Piena certificazione Cradle to Cradle Silver per quasi tutte le nostre linee

La sostenibilità è uno dei valori fondamentali di Mosa e ha la priorità assoluta nello sviluppo dei nuovi prodotti, nei processi produttivi responsabili e nelle condizioni di lavoro ottimali. Mosa è la prima azienda produttrice di piastrelle in ceramica al mondo a conseguire la piena certificazione Cradle to Cradle® Silver per quasi tutte le sue linee di piastrelle. Anni di ricerche e investimenti hanno mietuto risultati ancora maggiori, inclusi la certificazione ISO 14001, il marchio Dubokeur e la registrazione in diversi database ambientali. Le piastrelle Mosa contribuiscono inoltre alle certificazioni di edilizia sostenibile quali LEED, BREEAM, DGNB e HQE.

Mosa-en-duurzaamheid-13.jpg

Ma c’è ancora molto da fare

Mosa è un’azienda qualificata Cradle to Cradle sin dall’inizio del 2011; lo statuto stabilisce il nostro impegno all’ulteriore applicazione dei principi Cradle to Cradle in tutti i nostri prodotti e processi aziendali. Potete trovare la registrazione delle piastrelle certificate Mosa, come anche informazioni dettagliate sui criteri di verifica, sul sito web del C2CPII. Potete inoltre gettare un’occhiata al nostro opuscolo Cradle to Cradle e alle nostre discussioni online relative alle certificazioni LEED e BREEAM.

> Vai al c2ccertified.org

> Vai alla documentazione sulla sostenibilità

Che cos’è Cradle to Cradle?

Proprio come in natura, con Cradle to Cradle non si verificano sprechi, scarsità o limitazioni. È un concetto di design che si basa sul riutilizzo illimitato delle materie prime (“rifiuti = cibo”), l’uso di energia rinnovabile e lo stimolo alla diversità. L’obiettivo è quello di lanciare una nuova rivoluzione industriale che garantisca l’impatto positivo di produzione e manifattura sulla società, l’economia e il pianeta.

La filosofia Cradle to Cradle fu sviluppata dal prof. Michael Braungart (EPEA) e l’architetto William McDonough (MBDC), diventando da allora un concetto di sostenibilità molto noto. L’Istituto per l’Innovazione dei Prodotti Cradle to Cradle (C2CPII) è stato fondato nel 2011 e gestisce lo standard dei prodotti Cradle to Cradle. L’istituto, la cui sede principale si trova a San Francisco, è diretto da un consiglio d’amministrazione indipendente.

Certificazioni Cradle to Cradle V3.1

Mosa detiene le certificazioni Cradle to Cradle Silver per quasi tutte le proprie piastrelle per pareti e pavimenti. Queste sono state certificate contro i nuovi standard 3.1, in cui i requisiti per tutti i cinque criteri sono stati ulteriormente ampliati e innalzati. I certificati elencano inoltre le (poche) eccezioni che non sono certificate. Queste riguardano in particolare poche specifiche tonalità di colore di piastrelle per pareti, come anche le Mosa Colors 10 x 10 centimetri e la collezione Kho Liang Ie.

 

cradle-to-cradle-certified-silver.png
Mosa-en-duurzaamheid-23.jpg

 

Cradle to Cradle in Mosa

Nel programma Cradle to Cradle i prodotti sono valutati in base a cinque criteri: purezza delle materie prime, riciclo, uso di energia e acqua, condizioni sociali.

Materiali puri

Alla base di Cradle to Cradle c’è l’uso di materie prime pure che non danneggino né l’ambiente, né la salute umana. Gli elementi principali delle piastrelle sono argilla e sabbia, ingredienti naturali presenti in abbondanza in natura. La composizione delle nostre piastrelle viene analizzata fino al livello ppm (parti per milione). Le piastrelle Mosa non rilasciano sostanze tossiche quali piombo, mercurio o cadmio durante o dopo la loro lunga vita di servizio. Per di più, sono esenti da COV.

Riciclo ottimale

Il prodotto è adatto al riutilizzo (illimitato)? I prodotti vengono effettivamente riciclati? Questo è ciò che ricerca Cradle to Cradle. Utilizzando materie prime pure, possiamo rispondere affermativamente alla prima domanda. Mosa si impegna a ottenere il secondo punto riutilizzando gli scarti di produzione, trattando le materie prime secondarie e raccogliendo gli scarti di taglio dalle piastrelle presso i maggiori progetti nei Paesi Bassi. Le piastrelle per pareti contengono il 22% di contenuto riciclato pre-consumer, mentre quelle per pavimenti contengono il 21% o il 45%, rendendo le piastrelle Mosa adatte al riutilizzo in un ciclo di produzione circolare.

Gestione dell’energia

Cradle to Cradle non riguarda soltanto la quantità di energia utilizzata, ma anche la fonte di questa, perché le fonti di energia rinnovabili non hanno limiti. L’energia verde copre oggi un terzo dei nostri fabbisogni energetici. Noi continuiamo ad ampliare questa copertura e, al momento, siamo alla ricerca di una fonte alternativa per il gas naturale impiegato per scaldare le fornaci. Fino a quando questa fonte non sarà disponibile, ci concentreremo su progetti a risparmio energetico e al riutilizzo del calore residuo. Questo ci ha consentito di ridurre le emissioni di CO2 del 48% negli ultimi dieci anni; le emissioni di particolato fine sono calate dal 91% a quasi zero.

Mosa-en-duurzaamheid-09.jpg
Gestione delle acque

Cradle to Cradle considera l’acqua una risorsa scarsa e preziosa, da gestire opportunamente. Il suo riutilizzo è fondamentale. L’obiettivo di Mosa consiste nell’assicurare che tutta l’acqua utilizzata nel processo di produzione venga usata nuovamente o evaporata entro il 2020. Ulteriori azioni vengono intraprese ogni anno per conseguire tale obiettivo. I cicli di produzione sono ora a circuito chiuso e tutta l’acqua per entrambi i nostri stabilimenti viene purificata in situ, il che significa che richiediamo il 60% d’acqua in meno rispetto a prima del 2010.

Condizioni sociali

I principi Cradle to Cradle richiedono al produttore e ai suoi fornitori di operare rispettando buone condizioni di lavoro. Mosa sceglie coscientemente di continuare a produrre in modo sostenibile in Europa occidentale, dove è vicina a importanti mercati di consumatori e dove può utilizzare i materiali della zona: quasi il 90% delle nostre materie prime proviene da cave monitorate nella regione. Realizzando un prodotto a livello locale adeguato sia all’architettura contemporanea che a quella futura, Mosa resta fedele al proprio luogo di nascita: Maastricht.